BACCHIOCCHI, IL POETA NOIR






LEONARDO BACCHIOCCHI, COME NASCE LA PASSIONE PER LA POESIA?
Per me è nata in modo totalmente istintivo, dall’impulso interiore di volermi esprimere, di esorcizzare l’ombra e di enfatizzare la luce.
Avevo seguito un laboratorio di poesia in terza media, ma la passione vera e la volontà di produrre si sono risvegliate soltanto un paio d’anni fa tornando in treno dall’università.
LE TUE FONTI DI ISPIRAZIONE?
Mi ritrovo principalmente nella letteratura inglese romantica e, in parte, anche in quella vittoriana. Adoro Keats, Coleridge e Byron.
La poesia italiana l’ho “scoperta” molto più recentemente, sto approfondendo in questo periodo Elio Pecora e Milo De Angelis.
Sono appassionato di fantasy e mitologia, di alchimia e di scienze occulte in generale, tutte influenze riscontrabili in quello che scrivo.
Mi interessa molto anche la psicoanalisi, leggo volentieri Jung.
LE MAGGIORI SODDISFAZIONI?
Sicuramente i premi letterari, per i quali ringrazio realtà come Mondo Fluttuante, LiberArti e la Ditta Besio che valorizzano la poesia e la mantengono viva.
Ho anche pubblicato video su YouTube che hanno ottenuto risultati incoraggianti, ma sono
solo all’inizio: c’è tanto da creare, raggiungere e migliorare.
SEI ANCHE UN BATTERISTA, MEGLIO DIETRO I TAMBURI O CON LA PENNA IN
MANO?
Una domanda che apprezzo molto: sono due mondi completamente diversi.
La poesia è libertà assoluta: per alcuni è un diario segreto, per altri è un manifesto, per
alcuni è cura, per altri malattia. A volte è un incontro occasionale, altre volte è la più dolce
e fedele delle compagne. Dipende da come si sceglie di viverla, al centro c’è l’interiorità
dell’individuo.
Uno strumento musicale come la batteria, d’altro canto, si basa sull’accettazione comune
di regole ben precise: tutti i musicisti devono essere a tempo e seguire uno schema
prestabilito (da loro stessi o da altri). Il bello di suonare è che sei sempre stimolato a
migliorarti e che puoi condividere momenti bellissimi con le persone giuste.

Commenti

Post più popolari