La passione per il disegno da tutta la vita



Chi è Anna Maria?
 Sono nata a Savona nel 1967 e la passione per il disegno è nata con me. Sono cresciuta in una famiglia dove l'arte in tutte le sue forme e la cultura sono sempre state importanti (mio fratello è il musicista Deca) e questa mia inclinazioni per le arti figurative è stata assecondata, dai miei genitori, fin da bambina. Infatti ho studiato al Liceo Artistico Arturo Martini dove mi sono diplomata nel 1986. Successivamente ho frequentato la Scuola di Ceramica di Albisola con un corso di pittura su maiolica, dove ho appreso tutti gli stili classici della ceramica albisolese, dall'Antico Savona al Calligrafico, al Levantino e allo stile Decò.

Come è nata la passione per la pittura e la ceramica?
Dopo il Liceo ho lavorato per quasi 30 anni come disegnatrice in studi di progettazione architettonica, dove curavo tutta la parte grafica per la presentazione dei progetti, rimanendo quindi in qualche modo nell'ambito dei miei studi, ma parallelamente ho sempre portato avanti questa mia passione per colori e pennelli sperimentando varie tecniche, acrilici su tela, acrilici su legno, acquerelli e ancora ceramica, questa volta non più seguendo gli stili classici, ma provando decorazioni più moderne e in linea col mio carattere allegro e sognatore.

Come definiresti il tuo stile?
Il mio stile è stato sicuramente influenzato dal lavoro che ho svolto, infatti ritengo ci sia un'impronta più grafica e meno pittorica. I miei disegni sono sempre molto colorati, a volte anche spiritosi, come molti dei pesci che amo dipingere; infatti spesso mi ispiro a tutto ciò che ha a che fare con il mare, forse perchè tra i miei colori preferiti ci sono tutte le tonalità del blu dell' azzurro e del verde acqua. La tecnica dell'acquerello l'ho utilizzata parecchio in questi ultimi 3 anni, mi piace come l'acqua veicola il pigmento, come la goccia colorata rompa lo schema prefissato e scivoli mescolando i colori in modo irripetibile. Mentre alla ceramica mi ci sono riavvicinata un anno fa, facendo anche alcuni corsi che mi permettono di provare nuove tecniche, nuovi colori e cosa molto importante mi fanno confrontare con altre persone che hanno la mia stessa creatività. Da idee nascono altre idee.


Hai mostre in programma?
 Per molti anni ho tenuto per me la "mia arte", ma tre anni fa sono rimasta alcuni mesi senza lavorare e ho, quindi, dedicato molto più tempo a questa passione partecipando ad alcune mostre collettive, dove ho avuto diversi pareri positivi e incoraggianti; ho scoperto che le cose che faccio piacciono per cui sto continuando. Ho in mente una mostra che vorrei fare per l'estate 2020, ma devo ancora trovare lo spazio. I miei lavori sono comunque visibili sul mio profilo face book negli album dedicati che sono pubblici, e anche sulla mia pagina Instagram.

Progetti per il futuro?
Ho un sogno nel cassetto che aspetta di venire fuori: preparare alcune tavole per illustrare una storia per bambini. Per fare questo devo trovare una storia inedita e sentirla veramente, solo così potrei illustrarla.

Commenti

Post più popolari